Show + Party + Musica

Italian Retro

Prossimo spettacolo:
26 luglio 2014 // ore 16.15 // Odeonsplatz München

Partners

Pizzesco
La Fabbrica

Ciao

Italian Retro è felice di esibirsi anche su vostra richiesta!

Italian Retro è uno spettacolo che vuole interpretare l’evoluzione della cultura, della moda, della musica e della danza in Italia dagli anni ’30 agli anni ’90.

Concept

Una breve storia

Concept

Le coreografie dello spettacolo combinano gli eventi storici, soprattutto tramandati da coloro che li hanno vissuti direttamente, con l’interpretazione personale di quegli stessi eventi da parte degli artisti. Antico e moderno si fondono insieme, accompagnando il pubblico all’interno di un viaggio scritto dalla musica, dalla moda, dalla danza e dall’evoluzione culturale.

anni ’30

Negli anni ’30, mentre si avvicinava la guerra, l’Italia stava vivendo uno dei suoi migliori momenti musicali. In questo periodo nacque la canzone “All′ Italiana”, meraviglioso esempio delle doti canore dei cantanti italiani. “Il paese del bel canto”, questo è il nome che l’Europa diede al nostro Stato, musicalmente rappresentato da canzoni indimenticabili come “Violino Tzigano” (Carlo Buti) o “Non ti scordar di me” (E. De Curtis-D. Furnò).

anni ’40

Verso l’inizio degli anni ’40 il “vento” del swing cominciò a soffiare dagli States... irrestibile! Fu il periodo in cui gli artisti riuscirono a fondere con maestria i canoni della musica americana con la tradizione melodica italiana. l’Italia però era in guerra... e questo genere musicale era fortemente ostacolato dal regime. Alberto Rabagliati, sfidando il regime, fuggì e raggiunse Radio Londra per cantare “Baciami piccina”, un brano swing che, insieme a molti altri, regalò alla gente piccoli momenti di svago e leggerezza per alleviare il clima tragico e di disperazione frutto della guerra. L’8 maggio del 1945 il conflitto, costato all’umanità sei anni di sofferenze, distruzioni e massacri, terminò.

anni ’50

L’Italia, nonostante le moltissime difficoltà economiche, politiche e sociali, approcciò agli anni ’50 con il forte desiderio di rinnovamento. Con il referendum istituzionale del 2 giugno 1946, nel quale anche le donne poterono votare, l’Italia divenne una Repubblica. All’interno di questa nuova atmosfera, nacque il “Festival di San Remo”. Il popolo italiano stava lavorando duramente per ricostruire l’Italia, così le canzoni abbandonarono la malinconia e il dolore raccontato durante il periodo della guerra, per descrivere la positiva atmosfera di rinnovamento. Alla fine degli anni ’50, la musica si divise in due filoni: quello “melodico”, fedele alla tradizione, come ad esempio il Quartetto Cetra e quello degli “urlatori”, fedele al rock’n roll, come ad esempio Adriano Celentano.

anni ’60

Gli anni ’60 rappresentarono il periodo della rivoluzione. La musica italiana si rinnovò e nacquero i cantautori, che scrivevano e interpretavano le loro canzoni. Con il boom economico l’università divenne accessibile ad un maggior numero di persone e non più un privilegio delle famiglie benestanti. I processi di aggregazione e socializzazione aumentarono. Il movimento Beat approdò in Italia dall’Inghilterra. È il momento di Lucio Battisti, Dik Dik, Equipe 84.

anni ’70

Durante gli anni ’70 i cantautori cominciarono a sviluppare un loro stile personale, ispirandosi a diverse correnti musicali: jazz, folk, etnica. Le canzoni si caratterizzarono per gli arrangiamenti raffinati ed un maggiore uso degli strumenti. Alcuni esempi si trovano nei primi brani di Patty Pravo, Umberto Tozzi, Mia Martini, Loredana Bertè.

anni ’80

Dagli anni ’80 la musica italiana cominciò ad imporsi all’attenzione del pubblico europeo, utilizzando uno stile più “internazionale”. L’ “innovazione” fu prevalentemente legata alla connessione del Rock con la Black Music, il Soul e il Funk. Un esempio di questo stile è presente nei brani di Vasco Rossi. Gianna Nannini, Matia Bazar, Jovanotti, Spagna, Den Harrow.

Diary

Godetevi “la dolce vita”!

Artisti

cantanti e ballerini

Galleria

Premiere Pathos

Contatti

Per maggiori informazioni sull’evento, contattateci!

Location

Festa Italiana per i cittadini di Monaco

Organizzazione

Consolato Generale d’Italia
a Monaco di Baviera

In occasione della Presidenza italiana
del Consiglio dell’Unione Europea